Comune di Rosolini

Progetto “Un’opera al giorno”: mitigazione rischio idrogeologico area di Protezione Civile di Contrada “Casazza” – importo progetto: €.902.188,89

Pubblicata il 12/02/2018
Dal 12/02/2018 al 28/02/2018

Comunicato  n.1 del 12.02.2018 --
 
Progetto “Un’opera al giorno”:
mitigazione rischio idrogeologico area di Protezione Civile di Contrada “Casazza” – importo progetto: €.902.188,89 --
 
Ammonta a 902.188,89 € l’importo del finanziamento richiesto del progetto preliminare di mitigazione del rischio idrogeologico  nell’area di Protezione Civile di Contrada “Casazza”.  Anche questo progetto rientra nel piano generale predisposto dall’Amministrazione Comunale , attraverso gli Uffici di Protezione Civile,  trasmesso alla Regione Siciliana che  si pone come obiettivo la riduzione del rischio idrogeologico presente nell’intero territorio comunale.
“Il progetto – afferma il Sindaco Corrado Calvo – è stato elaborato al fine di raggiungere l’obiettivo di eliminare le acque di precipitazione che si accumulano sistematicamente, a seguito di precipitazioni abbondanti, lungo la strada Consortile di c.da Casazza-Masicugno, zona area di attendamenti e containers della Protezione Civile. Infatti, grosse quantità d’acqua, che talvolta raggiungono l’altezza di circa un metro, si accumulano mettendo a rischio gli automobilisti che percorrono detta strada (in quanto strada di collegamento tra la SS115 e Cava d’Ispica); inoltre impedisce l’ingresso nell’area di Protezione Civile dove hanno sede il centro AVIS e l’elisoccorso e nella sala ricevimenti “Il Mirto”. La causa di quanto accade è dovuta alla mancanza di un collettore che raccolga le acque di ruscellamento superficiali convogliandole nei corpi ricettori che, in questo caso, è Cava Scardina che funge da collettore naturale delle acque di pioggia. Il progetto – prosegue il Sindaco Calvo – mira alla riduzione del rischio idrogeologico presente nell’area con una serie di interventi mirati a riorganizzare e potenziare la rete di raccolta delle acque bianche conferendole nel torrente Scardina attraverso la realizzazione di nuovi collettori di acque meteoriche e opere connesse. Anche questo progetto – conclude il Sindaco – è stato presentato al competente Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente al fine di essere incluso tra le opere da finanziare. A tal proposito, in questi giorni, effettueremo una missione a Palermo per conferire direttamente con i Dirigenti dell’Assessorato, affinché tutta la programmazione presentata dall’Amministrazione Comunale riguardante il rischio idrogeologico possa essere esaminata e procedere quindi al finanziamento di tali opere”.
 
 
 
Il Responsabile Ufficio Stampa - Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter