Comune di Rosolini

PROGETTO: “ UN’OPERA AL GIORNO”: Mitigazione del rischio idrogeologico: realizzazione di collettori di acque bianche lungo la via Bellini (da via Fava a via Giulia) e Rimembranza (da via Sipione a vi

Pubblicata il 29/01/2018
Dal 29/01/2018 al 28/02/2018

Comunicato  n.2 del 29.01.2018 --
 
PROGETTO: “ UN’OPERA AL GIORNO”:
Mitigazione del rischio idrogeologico: realizzazione di collettori di acque bianche lungo la via Bellini (da via Fava a via Giulia) e Rimembranza (da via Sipione a via Bellini).  --
 
Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale nell’ambito del PROGETTO: “ UN’OPERA AL GIORNO” questa mattina hanno presentato il  progetto redatto dal Settore Protezione Civile relativo  alla “Mitigazione del rischio idrogeologico – Area centro urbano” e inserito nella piattaforma regionale  RenDIS e che riguarda la realizzazione di collettori di acque bianche lungo la via Bellini (da via Fava a via Giulia) e Rimembranza (da via Sipione a via Bellini). 
“Tale progetto – afferma il Sindaco - fa parte di quello più ampio inteso a completare i lavori relativi all’intervento lungo la via Gonzaga per l’eliminazione delle cause che hanno portato alla creazione di una voragine, di notevoli dimensioni e profondità, in corrispondenza di piazza Padre Pio a seguito di eventi meteorici di notevole intensità, criticità questa  che è stata definitivamente eliminata. Questo ulteriore progetto, per l’importo complessivo di € 1.378.000,00 è stato redatto al fine di raggiungere l’obiettivo di eliminare le acque di precipitazione che si riversano lungo la via Bellini, in prossimità del’’incrocio tra la via Gonzaga e la via Rimembranza che provocano allagamenti delle abitazioni e mettono a rischio l’incolumità degli automobilisti che vi transitano. Il progetto mira alla riduzione del rischio idrogeologico presente nell’area con una serie di interventi mirati a riorganizzare e potenziare la rete di raccolta delle acque bianche attraverso la realizzazione di nuovi collettori di acque meteoriche e opere connesse quali caditoie, pozzetti di ispezione, ecc.Tutto ciò consentirà di far defluire le acque verso la zone a valle dell’abitato senza provocare danni. L’Amministrazione Comunale adesso, seguirà l’iter di validazione e valutazione da parte del Dipartimento Territorio e Ambiente Regionale, il necessario inserimento nella programmazione fino all’ottenimento del finanziamento. A tal proposito, ho già invitato il parlamentare regionale nostro concittadino On. Gennuso a voler seguire anch’egli, nell’ambito della sua attività parlamentare, l’iter che deve condurre al finanziamento dell’opera”.
 
Il Responsabile Ufficio Stampa - Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter