Comune di Rosolini

Lotta al randagismo: Protocollo di intesa tra Comune di Rosolini e Associazione Animalisti “A Zampa Tesa” di Rosolini

Pubblicata il 03/03/2017
Dal 03/03/2017 al 31/03/2017

Comunicato  n.2 del 03.03.2017 ---
 
Lotta al randagismo: Protocollo di intesa tra Comune di Rosolini  e Associazione Animalisti  “A Zampa Tesa” di Rosolini --
 
Al fine di intensificare l’azione di prevenzione e lotta al fenomeno del randagismo, sempre più crescente e preoccupante per l’incolumità pubblica, ma anche per il benessere degli animali d’affezione, è stato siglato a Palazzo di Città un Protocollo di intesa tra Comune di Rosolini  e Associazione Animalisti  “A Zampa Tesa” di Rosolini.
Alla sottoscrizione del protocollo erano presenti  il Sindaco Corrado Calvo, l’Assessore al Randagismo Michele Floriddia e la Responsabile del Servizio Agata Tramontana per l’Amministrazione Comunale, ed il Presidente dott. Corrado  Scatà per l’Associazione. Il protocollo siglato, che avrà la durata di sei mesi,  porterà avanti  un programma di interventi già avviato, mirato: al contenimento ed alla progressiva riduzione della popolazione canina ricoverata presso il canile convenzionato  di Sortino;  alla limitazione delle nascite ed al controllo della popolazione canina vagante sul territorio; alla prevenzione del fenomeno, ancora molto diffuso, dell’abbandono di cani di proprietà e di intere cucciolate partorite da cagne di proprietà, con conseguente loro riduzione allo stato di randagi; alla sterilizzazione dei cani randagi a cura dell’ASP di Siracusa e relativo follow-up a cura dell’Associazione con conseguente reimmissione o adozione.
L’Associazione animalista, nell’ambito del protocollo siglato, avrà cura, coerentemente con i propri fini:
- di provvedere relativamente ad eventuali cani di quartiere loro affidati in qualità di tutori e di segnalare
   eventuali segni di compromissione del loro stato di salute o del loro benessere;
-  a segnalare la presenza di cani randagi vaganti sul territorio da sottoporre al programma concordato;
- a collaborare con il Comune al fine  di segnalare le eventuali carenze igienico sanitarie del sito in cui il cane
   staziona;
 
Da parte sua il Comune assicurerà:
- il servizio di recupero dei cani randagi  tramite il proprio Servizio Cattura Cani, nel caso in cui tale recupero
  non possa essere effettuato direttamente  dalle Associazioni Animaliste;
- la disponibilità di locali idonei per le attività di controllo sanitario, identificazione microchippatura
- un contributo  ammontante a complessivi  € 1.000,00   a parziale copertura delle spese di gestione per le attività
   di cui al presente protocollo (spese sanitarie, prodotti per igiene e alimentari, pubblicità, ecc…).
 
“Il protocollo d’intesa siglato oggi con l’Associazione “A zampa tesa” – afferma il Sindaco Corrado Calvo -  ci consente di proseguire  una fattiva collaborazione per la realizzazione di idonei interventi contro il randagismo che ha raggiunto dimensioni sempre più dilaganti anche a causa della riproduzione dei cani randagi. L’obiettivo primario del protocollo è quello di contrastare decisamente questo triste fenomeno  organizzando al meglio la tutela degli animali sul territorio, a ridurre la popolazione canina   ricoverata presso i canili,  a limitare le nascite e controllare la popolazione canina vagante sul territorio, a prevenire il fenomeno, ancora molto diffuso, dell’abbandono di cani di proprietà e di intere cucciolate partorite da cagne di proprietà, e di affermare il ruolo dei rifugi quale luogo per il ricovero temporaneo dei cani prelevati sul territorio e non per la permanenza “ad vitam” di tali animali. Un lavoro importante e, come per tutte le problematiche che interessano la collettività, chiediamo la collaborazione dei cittadini per vivere in una città migliore e più decorosa”.
 
.

Il Responsabile - Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter