Comune di Rosolini

Gemellaggio con Frankenthal: si è conclusa la visita della delegazione tedesca a Rosolini

Pubblicata il 28/03/2019
Dal 28/03/2019 al 30/04/2019

Comunicato stampa del 28.03.2019
 
 
Gemellaggio con Frankenthal: si è conclusa la visita della delegazione tedesca a Rosolini
 
Si è conclusa lunedì scorso la visita istituzionale della delegazione del Comune di Frankenthal, città tedesca  gemellata ufficialmente con la Città di Rosolini dal 26 ottobre 2018. Un gemellaggio il cui iter concreto  ha avuto inizio  alcuni anni prima con una serie di iniziative congiunte che hanno portato successivamente alla sottoscrizione dell’atto ufficiale.
Della delegazione, guidata del Sindaco Martin Hebich, facevano parte      
  • Doris Schwarz, consigliere comunale (CDU – partito democristiano tedesco)
  • Magali Ledig -Peterman, consigliere comunale (SPD- partito socialdemocratico tedesco)
  • Gerhard Bruder, consigliere comunale (Die Grünen- i verdi)
  • Gerhard Meissel, consigliere comunale (FWG -gruppo elettorale libero)
  • Barbara Fresenius , funzionario comunale  Addetta Stampa
  • Judith Veth,  funzionaria comunale Settore Affari Generali
  • Daniela Sabia,  funzionaria  Servizio Pubblico, traduttrice
  • Carmelo Modica, referente rosolinesi in Frankenthal
  • Giuseppe Gennaro , referente rosolinesi in Frankenthal
 
Quella appena conclusa, è stata la prima visita istituzionale dopo la firma ufficiale dell’atto di gemellaggio che ha rappresentato  un’ulteriore occasione per  rafforzare i legami che uniscono le due comunità  e i rapporti di collaborazione e scambi culturali e sociali  di cui, alcuni già concretizzati ed altri  in itinere.
Il programma della visita è stato molto intenso e ricco di momenti non solo istituzionali ma  culturali, folkloristici, economici e sociali volti a fare conoscere ulteriormente  agli ospiti le peculiarità del territorio; diversi anche gli incontri con varie realtà locali  dedicati ai temi della produzione, del lavoro, dello sviluppo e della cultura. Non sono mancate le visite nei Comuni limitrofi (Scicli, Modica, Noto e Siracusa), visite ad aziende del territorio ed incontri operatori commerciali. Un’ulteriore occasione quindi  per migliorare i rapporti sociali, culturali, scolastici, commerciali, turistici, sportivi e di altre potenziali attività e/o settori non solo tra i due comuni, ma anche fra le due comunità e le due regioni.
La parte Istituzionale si è svolta domenica  mattina presso la Sala Cartia del Palazzo Comunale,  con l’incontro  ufficiale degli Amministratori locali, il Consiglio Comunale e rappresentanti imprenditoriali. A fare gli onori di casa il Sindaco Giuseppe Incatasciato, l’Assessore con delega ai gemellaggi Carmelo Di Stefano e il Presidente del Consiglio Comunale Piergiorgio Gerratana.
Nei vari interventi che si sono succeduti, da parte di tutti, è emersa la volontà di approfondire sempre più i rapporti tra la le due comunità per rendere il "gemellaggio" ancor più solido e proficuo. Una certezza  dichiarata di poter costruire assieme qualcosa di importante che possa simultaneamente interessare due diverse realtà le quali hanno il medesimo intento: progettare lo sviluppo territoriale puntando su peculiarità uniche;
perpetuare lo spirito dell'Unione Europea e impegnarsi per la convivenza fraterna delle nazioni e dei popoli.
Concetti tutti  ben rimarcati nei due messaggi ufficiali dei due Sindaci Giuseppe Incatasciato e Martin Hebich.
Nel corso dei vari incontri – afferma il Sindaco Incatasciato – abbiamo ulteriormente sottolineato  l’impegno reciproco a  realizzare gli obiettivi del nostro gemellaggio come fissato nell’atto ufficiale promuovendo e rafforzando, su tutti i livelli ed in ogni modo, i rapporti culturali, sportivi ed umani tra gli abitanti di Rosolini e Frankenthal.  Due comunità che programmano  assieme il futuro e la propria crescita per il benessere dei concittadini. Abbiamo già intrapreso un percorso di scambi economici e culturali che in futuro saranno incrementati in ragione di quanto pianificato durante l’incontro istituzionale odierno. I primi progetti concreti sono già stati  avviati. Da domani, per circa dieci giorni, un gruppo di studenti del 1° istituto Superiore Archimede sarà in Germania presso l’Albert Einstein Gymnasium di Frankenthal, ospiti delle famiglie degli studenti tedeschi, nell’ambito del progetto “Alternanza Scuola Lavoro”. Il prossimo mese di ottobre saranno gli studenti tedeschi a raggiungere Rosolini. Un’iniziativa che, oltre a rinsaldare sempre più i nostri vincoli di amicizia diventa testimonial e portatrice dei valori più sani di quella Europa unita, giusta, solidale ed equa che tutti auspichiamo e che vorremmo fortemente realizzare. Il nostro gemellaggio, come rimarcato più volte assieme al Sindaco Hebich, deve essere principalmente centrato sugli  incontri tra giovani dei nostri due comuni. Sono loro che dovranno perpetuare lo spirito dell'Unione Europea e impegnarsi per la convivenza fraterna delle nazioni e dei popoli. Un’ulteriore occasione per combattere l'euro-scetticismo. Sono in programma ancora  altri scambi culturali con la realizzazione di mostre fotografiche, iniziative sociali ecc. che contribuiranno a rafforzare i nostri vincoli di amicizia.  Durante la loro permanenza – prosegue Incatasciato - i componenti della delegazione hanno avuto inoltre la possibilità di scoprire luoghi, tradizioni e peculiarità non solo del nostro territorio ma anche dei Comuni vicini come Noto, Modica e Scicli. Mi piace sottolineare la disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Noto a prendere nella dovuta considerazione la programmazione di iniziative congiunte da inserire nel loro calendario delle manifestazioni che andranno ad organizzare. Un ulteriore contributo culturale e cassa di risonanza in Germania per la promozione del nostro territorio. Lavoriamo – conclude il primo cittadino rosolinese -  affinchè il gemellaggio diventi un’opportunità di crescita e di sviluppo socio – economico e di lavoro affinchè il fenomeno migratorio per  le nuove generazioni, appartenenti all’una e all’altra comunità,  possa essere una scelta di vita familiare e/o professionale e non l’unica soluzione al dilagante fenomeno della disoccupazione ”.
 
 
  Il Responsabile Ufficio Stampa
       Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter