Comune di Rosolini

La Giunta Comunale istituisce la figura dell’ "Operatore dei servizi di Polizia Stradale e Urbana". Pubblicato l’avviso di interpello per il personale interno

Pubblicata il 10/05/2018
Dal 10/05/2018 al 31/05/2018

Comunicato  n.1 del 10.05.2018
 
La Giunta Comunale istituisce la figura dell’ "Operatore dei servizi di Polizia Stradale e Urbana". Pubblicato l’avviso di interpello per il personale interno
 
In esecuzione  alla delibera di Giunta Comunale n.71/2018  con la quale viene istituito il profilo professionale di “Operatore di Servizi di Polizia Stradale e Urbana” a mente dell’art.11 comma 1 lettera a) ed e) e dell’art.12 comma 3 lettera b) del C.d.S ad integrazione del mansionario dei profili professionali, il Responsabile del Settore Risorse Umane rag. Rosario Savarino, ha proceduto ad emanare “l’avviso di interpello” per consentire al personale interessato del Comune di Rosolini, in servizio presso il Comando di Polizia Municipale in possesso dei requisiti, di presentare la propria istanza di partecipazione alla procedura selettiva entro  le ore 14,00 del 18 maggio prossimo.
“L’Operatore dei Servizi di Polizia Stradale Urbana”, viene specificato nell’avviso,  è un dipendente comunale di categoria “B”posizione giuridica “B1” con un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, già assegnato funzionalmente al Settore “Corpo di Polizia Municipale” con la funzione di Ausiliario del traffico, competente, in base all’art. 12, comma 3, lett. b) D.Lgs 30.04.1992, n. 285. Detto personale dipendente, previo corso di formazione e superamento di un esame di qualificazione, amplierà la gamma delle proprie  funzioni e avrà poteri sanzionatori. In pratica gli ausiliari del traffico che fino ad oggi, ai sensi della legge Bassanini, si sono potuti occupare solo della sosta delle auto in generale adesso potranno  redigere e sottoscrivere verbali e contestare immediatamente la violazione, svolgere  le funzioni e le attività di prevenzione e repressione del codice della strada in totale autonomia; potranno anche sanzionare per l’abbandono e lo scarico non a norma dei rifiuti sul territorio comunale, in quanto atti ricadenti nella tutela delle strade e delle aree pubbliche.
L’implemento delle competenze per l’accertamento delle violazioni al codice della strada e dei poteri sanzionatori, è senza ulteriori oneri di spesa a carico dell’Amministrazione Comunale, in quanto operanti nell’ambito della medesima categoria e nel medesimo monte ore lavorativo.
 
 
 
Il Responsabile Ufficio Stampa - Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter