Comune di Rosolini

Rientra la protesta del dipendente comunale Salvatore Sipione

Pubblicata il 15/05/2017
Dal 15/05/2017 al 31/05/2017

Comunicato  n.1 del 15.05.2017 --
 
Rientra la protesta del dipendente comunale Salvatore Sipione --
 
Rientra la protesta del dipendente comunale Salvatore Sipione dopo l’intervento diretto del Sindaco Corrado Calvo. Il signor Sipione stamane si era incatenato davanti l’ingresso principale del Palazzo di Città per evidenziare la sua difficoltà economica nel provvedere al pagamento della bolletta dell’Energia Elettrica a causa del ritardo nell’erogazione dello stipendio. Il Sindaco infatti si è subito prodigato affinchè si potesse venire incontro alle esigenze immediate evidenziate dal dipendete. “La mia protesta – ha affermato il dipendente Sipione – non voleva essere polemica nei confronti dell’Amministrazione Comunale ma semplicemente  mettere in evidenza un momento di difficoltà economica che investe il mio nucleo familiare. Ringrazio pertanto il Sindaco per il pronto interessamento ed avermi così messo nelle condizioni di superare questo momento e fare fronte al pagamento della bolletta”. Il Sindaco Calvo  da parte sua afferma: “ Come detto dallo stesso dipendente, la sua non era una protesta nei confronti dell’Amministrazione  Comunale ma una mera esigenza, ovvero l’impossibilità di pagare una bolletta Enel. Mi sono immediatamente attivato affinchè gli uffici preposti potessero provvedere ad anticipare allo stesso dipendente la somma necessaria, che sarà poi recuperata una volta percepito lo stipendio, per pagare detta bolletta. Naturalmente, prosegue il Sindaco, rimane sempre il problema del pagamento degli emolumenti ai dipendenti. Da giorni ci stiamo attivando su tutti i fronti e con tutti i mezzi a nostra disposizione. Proprio stamattina ho ricevuto assicurazione da parte dell’Assessorato Regionale al Bilancio che il decreto di finanziamento in favore del nostro Comune relativamente ai trasferimenti dovuti è pronto e a giorni, a seguito della pubblicazione sulla GURS della Legge Finanziaria , dovrebbe essere messo in pagamento il relativo mandato. Allo stesso tempo – conclude Calvo – ho dato a tutti gli uffici preposti precise disposizioni per dare il via ad un giro di vite per eliminare la fortissima sacca di evasione tributaria soprattutto tra i residenti extracomunitari i quali non possono esimersi dal pagamento dei tributi locali al pari dei cittadini rosolinesi. Come spesso ho avuto di affermare il nostro obiettivo rimane quello di far pagare tutti per pagare meno consentendo allo stesso tempo al Comune di avere gli introiti necessari per fare fronte alle spese per l’erogazione dei servizi collettivi compresi gli stipendi al personale dipendente”.
 


Il Responsabile Ufficio Stampa -  Giuseppe Lorefice
 

Facebook Google+ Twitter